Convegno "Stile di vita e SM: tra fattori scatenanti e modificatori della malattia"

CAGLIARI, 4 gennaio 2017 - "Stile di vita e SM: tra fattori scatenanti e modificatori della malattia": è questo il titolo dell'incontro/convegno che si terrà il 25 febbraio 2017, (Caesar's Hotel Via Charles Darwin,2/4 ) a Cagliari. Responsabile scientifico è la Prof.ssa Maria Giovanna Marrosu, Responsabile del Centro Sclerosi Multipla del P.O. Binaghi della ASSL di Cagliari.

L'apertura dei lavori è prevista per le ore 9 con i saluti, seguito dai vari interventi.
Siparlerà di Attività fisica e SM: una possibile alternativa terapeutica; dell'attività ludica, riabilitazione fisica e obesità nella SM. Inoltre sarà affrontato il tema del ruolo dell’alimentazione nella patogenesi e nel decorso della SM, oltre all'imaptto del tabacco e dei fattori ambientali.

Questi e molti altri aspetti saranno il focus dell’evento, che permetterà di trasmettere le conoscenze necessarie per garantire un supporto al paziente affetto da Sclerosi multipla, che vadano oltre il trattamento farmacologico, per fornire al malato e al caregiver gli strumenti per migliorare la qualità di vita di questi pazienti.

La sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa demielinizzante, con lesioni a carico del sistema nervoso centrale. Alla base della SM vi è una reazione del sistema immunitario che scatena un attacco contro la mielina determinando un processo infiammatorio che colpisce aree circoscritte del sistema nervoso centrale e provoca la distruzione della mielina e degli oligodendrociti, che la producono. Queste aree di perdita di mielina, dette anche “placche”, possono essere disseminate ovunque negli emisferi cerebrali, con predilezione per i nervi ottici, il cervelletto e il midollo spinale. Si tratta di una patologia con un grande impatto sullo qualità di vita dei pazienti. In una persona in salute, lo stile di vita e le condizioni di stress, hanno grande impatto sul benessere psicofisico.
Questo ha portato a riflettere sui possibili effetti che le abitudini quotidiane possono avere sul decorso della malattia. Se da un lato il progresso delle terapie ha permesso di migliorare le condizioni di questi pazienti, dall’altro lato, aumentano gli studi sugli effetti benefici dell’attività fisica e della corretta alimentazione sulla sintomatologia determinata dalla sclerosi multipla. Un’attività fisica moderata e regolare permette infatti di alleviare la fatigue e migliorare il tono muscolare e la deambulazione, con conseguenti effetti benefici anche sull’umore.

Allo stesso modo, una dieta sana e ricca di frutta e verdura nonché un’adeguata idratazione, permettono di ridurre il rischio di infezioni del tratto genito urinario. Inoltre, una ricerca recentemente condotta da Harvard, ha dimostrato che le persone con livelli di vitamina D più alti presentano attività di malattia e progressione ridotte. La conduzione di uno stile di vita sano può garantire quindi uno stato di benessere generale che aiuta a migliorare la gestione della malattia.

Informazioni sul corso/convegno
Ore formative: 6
Crediti formativi: 4.5
Numero Partecipanti: 130
L’evento è stato accreditato per 100 Medici di Medicina Generale e 30 Neurologi del territorio.

Iscrizioni
Per iscriversi, compilare la scheda di Iscrizione da restituire entro il 13 febbraio 2017 via fax al n. +39 02 54169554 o via mail a: segreteria@complete-grp.it

Scarica la scheda di iscrizione
Programma della giornata