Progetti Passi: la prevenzione dà voce ai cittadini

persone
Il PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) è il Sistema di Sorveglianza epidemiologica più importante in Italia e scaturisce dall'esigenza di disporre di uno strumento per:
-valutare l'offerta di salute da parte del Servizio Sanitario Nazionale e Locale;
- individuare i bisogni di salute e di sostegno sociale della popolazione nazionale e locale.

Il PASSI nasce nella cornice della strategia europea "Gaining in health", promossa nel 2006 dall'OMS, per la prevenzione ed il controllo delle malattie croniche. Successivamente, nel 2007, la stessa strategia è stata ribadita anche a livello nazionale con l'approvazione del programma "Guadagnare salute - rendere facili le scelte salutari".
In seguito l'esigenza di uno strumento epidemiologico utile a ispirare la programmazione sanitaria è stata ribadita nel Piani Nazionali della Prevenzione, a partire da 2010.
Il PASSI è infatti in grado di produrre, in maniera continua e tempestiva, informazioni utili per la programmazione sanitaria locale e la verifica dei risultati raggiunti. Gli argomenti indagati dal PASSI sono:
 - i fattori di rischio delle malattie croniche non trasmissibili (fumo, alcol, sedentarietà, cattiva alimentazione);
 - i comportamenti a rischio che favoriscono gli incidenti domestici e stradali;
 - alcune condizioni di salute (ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, benessere percepito, presenza di sintomi di depressione, ecc.);
 - adesione ai servizi di prevenzione proposti (screening oncologici, vaccinazioni, ecc.);
 - conoscenze (percezione del rischio di incidente domestico, ecc.);
 - giudizi e opinioni (comportamenti in caso di ictus, ecc.).

Il PASSI viene eseguito in tutte le Aziende sanitarie italiane con un rigoroso protocollo vigilato dall'Istituto Superiore di Sanità. I report nazionali sono periodicamente pubblicati nel sito web del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS), in Istituto Superiore di Sanità.

Il PASSI non produce solo informazioni epidemiologiche valide a livello nazionale; quando le Regioni e le singole Aziende sanitarie dispongono di un ricco database possono ugualmente realizzare report nei quali far emergere, tra l'altro, anche eventuali specificità locali.
Nella ASL 8 di Cagliari il database, ricco di informazioni raccolte in oltre sei anni di lavoro, fornisce dati epidemiologici accurati sui bisogni di salute nel nostro territorio aziendale; i report vengono messi a disposizione di "decisori" e "stakeholder" aziendali, ma tutti i visitatori del sito web aziendale possono prenderne visione nella sezione sottostante.

Report Passi 2013-2016
Report Passi 2013-2016

Report sintesi dati riferiti al 2015
Report sintesi dati riferiti al 2015

Report sintesi dati riferiti al 2014
Report 2011 - 2014.pdf

Scarica i documenti del Progetto Passi 2013

Descrizione del campione aziendale
Alimentazione
Attività fisica
Consumo di alcol
Consumo di Alcol e guida
Dispositivi di sicurezza
Fumo
Prevalenza diabete
Obesità
Rischio cardiovascolare
Propensione al fumo
Salute percepita e depressione
Screening Colon retto
Screening mammella
Screening Pap test
Sicurezza domestica
Sicurezza lavoro
Vaccino antinfluenzale
Vaccino antirosolia


Scarica i documenti del Progetto Passi 2012
Descrizione del campione aziendale
Passi 2012

Scarica i documenti del Progetto Passi 2011
Descrizione del campione Passi 2011
- passi 2011

Scarica il documento PASSI d'Argento
Sintesi del Rapporto passi d'argento 2012-13
Sintesi del Rapporto passi d'argento 2010
Passi d'Argento (versione integrale)


Passi D'Argento
La sorveglianza PASSI si caratterizza come una sorveglianza in sanità pubblica che raccoglie, in continuo e attraverso indagini campionarie, informazioni dalla popolazione italiana adulta (18-69 anni) sugli stili di vita e fattori di rischio comportamentali connessi all’insorgenza delle malattie croniche non trasmissibili e sul grado di conoscenza e adesione ai programmi di intervento che il Paese sta realizzando per la loro prevenzione.